Immediato risparmio energetico ed economico

le luci a LED consumano circa il 70-80% in meno delle lampade tradizionali

Le origini dei LED

Il mondo dei led è per sua definizione complesso e in costante fermento, sin dalla sua nascita nell’oramai lontano 1962. Chissà se già in quell’occasione, quando venne di fatto scoperta la possibilità di generare luce visibile a partire da una giunzione a semiconduttore, ci fu chi intravide la possibilità di illuminare tutto il pianeta con questa nuova tecnologia, rimpiazzando le tradizionali fonti di illuminazione artificiale? Sta di fatto che questo è proprio ciò che sta accadendo ai giorni nostri. Sarebbe corretto premettere che l’interesse che oggi circonda il mondo dei led va addirittura al di là dei notevoli vantaggi che questi prodotti portano con sé.

Evoluzione tecnologica

L’evoluzione di questa tecnologia, infatti, cade in un particolare momento storico in cui le popolazioni in via di sviluppo, abbracciando un modello di vita occidentale, incrementano il proprio fabbisogno energetico in maniera esponenziale, anno dopo anno, con l’inevitabile conseguenza – a detta dei più autorevoli istituti di ricerca – di cambiamenti climatici che minacciano la salute del pianeta. Consideriamo che i combustibili fossili, tradizionali fonti di energia, non sono per loro natura rinnovabili e andranno presto in esaurimento. Inizia quindi un’era di transizione tecnologica in cui sarà necessario concepire nuovi prodotti e nuovi sistemi di prodotti che possano garantire la tutela dell’ambiente naturale che ci circonda. Questi prodotti basati su queste nuove tecnologie potranno essere sviluppati, perché no, anche con la cultura del design.

Inizialmente impiegati nel mercato della componentistica elettronica come sorgenti di luce a bassa emissione (sostanzialmente spie luminose di segnalazione), oggi, grazie a una ricerca incessante che pare non conoscere limite volta a garantire prestazioni di un livello sempre più alto, i led si trovano protagonisti incontrastati della cosiddetta “light revolution”, ovvero la sostituzione di lampade e lampadine in uno dei mercati più floridi in questo momento, quello del lighting.

Led evoluzione

I vantaggi dei led rispetto all’illuminazione tradizionale
Minor consumo a parità di luce emessa
Efficienza e rendimenti elevati
Ciclo di vita più lungo (durata media 50.000 ore equivalenti a più di 10 anni per 12 ore al giorno di funzionamento)
Totale assenza di materiali nocivi per la salute o l’ambiente
Emissioni di UV e IR ridotte quasi a zero
Minore quantità di materia usata per la fabbricazione rispetto ai prodotti tradizionali
Minori ingombri fisici
Modularità e flessibilità d’uso dovuta alle basse potenze e ai minimi ingombri
risparmio led

I Vantaggi dei LED

Cos’è un led e come differisce dalla tradizionali sorgenti luminose? Led è l’acronimo di Light Emission Diode, cioè diodo a emissione di luce. In modo estremamente divulgativo si potrebbe affermare che il led è un dispositivo elettrico (diodo) che presenta la singolare caratteristica di emettere luce al passaggio di corrente fra i suoi terminali, detti anodo e catodo. Numerosi sono i vantaggi che un led offre rispetto alle tradizionali sorgenti luminose. La tecnologia dello sviluppo dei diodi luminosi è figlia di un’esigenza di un risparmio energetico globale, ma è anche logico aspettarsi che il consumatore premierà un’innovazione che possa permettergli un risparmio in termini di manutenzione. La durata di un prodotto a led è di circa cinque volte superiore a quella delle migliori lampade tradizionali sul mercato, ma è molto superiore rispetto alle soluzioni più economiche.

Per fare un esempio, una lampada a incandescenza garantisce una vita media di 6.000 ore contro quella di un’analoga lampadina a led che ne offre almeno 50.000. C’è anche da considerare che il risparmio energetico offerto da questi dispositivi si basa su una minore quantità di calore prodotto, che comporta un’efficienza superiore; quindi per ottenere la stessa quantità di luce sarà sufficiente una minore quantità di energia elettrica con conseguente risparmio per l’utilizzatore. Vediamo quali sono le caratteristiche di un’applicazione a led che possono portare a un risparmio per il cliente finale.

Consumo

Sicuramente, a parità di luce emessa, i led garantiscono un minor consumo rispetto alle fonti di illuminazione tradizionale. ll led, per sua stessa costituzione, si basa su un principio di emissione della luce che non è stressante per il dispositivo stesso; questo porta conseguentemente l’utilizzatore a poter contare su un ciclo di vita medio molto superiore rispetto a quella di un prodotto tradizionale, con inevitabile abbattimento dei costi di manutenzione.

Durata

La durata di un prodotto a led è di circa cinque volte superiore a quella delle migliori lampade tradizionali sul mercato, ma è molto superiore rispetto alle soluzioni più economiche. Per fare un esempio, una lampada a incandescenza garantisce una vita media di 6.000 ore contro quella di un’analoga lampadina a led che ne offre almeno 50.000.


LED e Ambiente

Il led porta con sé tutte quelle caratteristiche ritenute oggi essenziali per un prodotto eco-compatibile: dalla minore quantità di materia utilizzata nella fabbricazione rispetto alle sorgenti tradizionali, alle trascurabili emissioni di radiazioni UV e IR, fino alla totale assenza di sostanze tossiche o nocive. I corpi illuminanti a led sono realizzati senza l'utilizzo di elementi inquinanti, come piombo e mercurio e i componenti costitutivi dei diodi luminosi sono facilmente disaggregabili, smaltibili e riciclabili e sono quindi interamente eco-compatibili.

LED e ambiente

Caratteristiche

Per le sue caratteristiche una lampada a led dura molto di più di una lampadina tradizionale e la sua produzione richiede meno energia; questo implica una notevole riduzione delle quantità di materiali da smaltire e un risparmio energetico nella produzione dei dispositivi illuminanti. Inoltre la sensibile riduzione dei pesi e degli ingombri semplifica la logistica, il trasporto, la distribuzione commerciale, l’immagazzinaggio e la dismissione. Ulteriori benefici sono legati infine all'efficienza energetica dei LED rispetto alle fonti di illuminazione tradizionali con conseguente abbattimento delle emissioni di CO2 nell’ambiente.

Led eco-compatibili in sintesi
minore quantità di materia e minore energia utilizzata nella fabbricazione rispetto alle sorgenti tradizionali
trascurabili emissioni di radiazioni UV e IR
totale assenza di sostanze tossiche o nocive
componenti dei diodi luminosi facilmente disaggregabili, smaltibili e riciclabili
durata molto superiore rispetto all’illuminazione tradizionale quindi notevole riduzione delle quantità di materiali da smaltire
riduzione dei pesi e degli ingombri con semplificazione di logistica, trasporto, distribuzione commerciale, immagazzinaggio e dismissione
efficienza energetica con conseguente abbattimento delle emissioni di CO2 nell’ambiente

Cenni Legislativi

Molto pochi sono i riferimenti normativi che si riferiscono alle nuove tecnologie di illuminazione a led. La normativa europea 2005/32/CE, recepita in Italia nel 2007 con il Decreto Legislativo nr 201 del 6 novembre 2007, auspica una progettazione ecocompatibile mediante l’utilizzo di una tecnologia che offra risparmio energetico: la classica lampadina a incandescenza da 100 W è stata la prima a essere messa al bando dal settembre 2009. Il processo continuerà gradualmente fino alla totale abolizione dell’incandescenza nel mercato europeo.